Rivoluzione d’Ottobre: è il centenario

Il 7 novembre ricorre l’anniversario di una delle maggiori rivoluzioni della storia. Una rivoluzione, quella d’Ottobre, che ha cambiato la politica e l’economia di molte nazioni, orientando il pensiero ideologico e le scelte strategiche di intere generazioni. Tra il 6 e il 7 novembre del 1817 (24 e 25 ottobre secondo il calendario russo), i bolscevichi sotto la guida di Lenin invadono i centri nevralgici di Pietrogrado. Il giorno dopo cede anche il Palazzo d’Inverno, una sorta di “Bastiglia russa”, il simbolo di una rivoluzione. Il motto era “Tutto il potere ai soviet”, per indicare un processo di democratizzazione sociale che ribaltava il potere dell’aristocrazia zarista.

Si realizzava così quella transizione, esposta da Lenin nelle sue “Tesi di aprile”, che segnavano il passaggio dalla prima alla seconda tappa della rivoluzione bolscevica. All’inizio si teorizzava infatti un governo provvisorio, retto dalla borghesia, per passare poi ad una forma di governo retta dal proletariato e dai contadini più poveri. Un momento storico, quello della rivoluzione d’Ottobre, che cambiò la vita a milioni di persone. Eppure, in Russia, a festeggiare la ricorrenza ci sono solo studiosi, intellettuali e nostalgici che organizzano eventi e manifestazioni.

I festeggiamenti sono ben lontani da Parigi, quando per i 100 anni della rivoluzione francese compare la Tour Eiffel o da New York, che per il centenario della rivolta contro la Gran Bretagna nasce la Statua della Libertà. La Russia ufficiale sembra disinteressarsi dell’evento.

L’eccezione è del Kpfr, il partito comunista russo, seconda forza politica in Russia. Per l’anniversario della rivoluzione russa sono attesi a Mosca delegazioni da parte dei maggiori Paesi che hanno abbracciato la dottrina comunista: Cina, Corea del Nord, Cuba e Vietnam. Il raduno di molte forze maxiste-leniniste solleciterà il nuovo dibattito sul futuro del capitalismo, da molti ritenuto alla fine del suo ciclo di vita? Di certo, se ciò avverrà, troverà un nuovo contesto politico, diverso dal passato, con una Russia che recupera i valori religiosi per abbracciare l’idea di una nuova potenza.

Be the first to comment on "Rivoluzione d’Ottobre: è il centenario"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*