La selezione dei talenti: un’arma vincente per le aziende

Spesso quando si parla di selezione del personale ci si riferisce a posizioni vacanti in un dato momento, qui e ora. La selezione del personale, rivolta a dei ruoli mancanti, è preponderante, come se il principale compito di un manager sia quello di cercare dei professionisti per le attività di routine. Indubbiamente la selezione delle posizioni vacanti serve ad un’impresa per mandare avanti le proprie attività, ma questo non basta. Per avere successo, un’impresa deve essere in grado anche di guardare al futuro.

La selezione del potenziale si colloca in questa prospettiva. Selezionare persone che serviranno domani e che ancora non ricoprono determinati ruoli è fondamentale. I manager più accorti si preoccupano anche di ciò che sarà domani. Solo in questo modo l’impresa diventa dinamica ed è in grado di fronteggiare il cambiamento. Se non si valuta anche il potenziale delle persone, si rischia di sprofondare nella routine, con tutti i rischi che questo comporta sul versante dell’innovazione.

La selezione del potenziale, naturalmente, riguarda solo poche posizioni, generalmente ruoli critici o apicali. Inoltre, si svolge solamente in determinati periodi. Essa si concentra sui talenti, ovvero le persone che hanno doti straordinarie e rendono l’impresa unica. La selezione del potenziale serve quindi per caratterizzare la propria organizzazione, attraverso la valorizzazione di competenze e abilità particolari.

Gli strumenti utilizzabili sono molteplici. Si va dall’assessment center alla valutazione di progetti mirati. Molto spesso, i talenti, per essere scoperti devono essere inseriti in situazioni artificiali critiche. Solo in questo modo è possibile scoprirli. E’ su queste persone che l’azienda deve puntare, investendo in formazione, in percorsi di carriera particolari e in azioni imprenditoriali interne. Quando un’aziende è in grado di valorizzare i propri talenti aumenta le possibilità di successo, consentendo all’organizzazione di appartenenza di dare molto di più di quello che normalmente produce in circostanze note.

di Nicola Rossi

Be the first to comment on "La selezione dei talenti: un’arma vincente per le aziende"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*